News

Stella Michelin Alessandria 0

Come si conquista la Stella Michelin

Perché molti Chef che vediamo in televisione vengono definiti stellati? E come mai tale riconoscimento é così import...

Le ricette dello Chef

Sottofiletto di Fassona, fave, rafano con fondo bruno al whisky

Il nostro nuovo sito web

Da oggi è online il nuovo sito www.iduebuoi.it Realizzato con l’agenzia ePlay di Valenza, rappresenta un salto quali...

“Viaggiatore Gourmet”

Viaggiatore Gourmet è un Club esclusivo che attraverso il suo fondatore Claudio Sacco e i suoi collaboratori propone ...

Dicono di noi...

La cucina di Jumpei Kuroda propone i piatti del territorio con l’obiettivo di valorizzarli attraverso una sua personalissima rielaborazione creativa. Il perfetto equilibrio di aromi e sapori con qualche delicata divagazione nipponica è una delle peculiarità dello chef.

TOURING CLUB

Tutto si potrebbe pensare salvo che ritrovare alla rinomata guida del ristorante I Due Buoi uno Chef dai marcati lineamenti asiatici . Jumpei Kuroda infatti é giapponese ma dai favolosi agnolotti del plin non si direbbe proprio.  Eseguiti a regola d’arte, appena spadellati, avvolti nel tovagliolo di stoffa bianca, questi perfetti involucri di pasta fresca sono l’esempio lampante di come non sia necessario nascere in un posto per riuscire a tradurne con fedeltà e precisione la sua “anima” gastronomica.
Questo giovane Chef riservato e sorridente ci ha piacevolmente stupiti per la sua proposta, in cui si denota una mano personalissima, fatta di accostamenti perfettamente calibrati e tecnica.

 

 

VIAGGIATORE GOURMET

Questo ristorante continua ad essere al top. Merito del cuoco Jumpei kuroda che ha nella precisione e nella combinazione degli ingredienti il suo punto di forza. La carta dei vini è degna del locale, con servizio al bicchiere.

IL GATTI MASSOBRIO 2018

Avvento ai fornelli de I Due Buoi di un giovane chef giapponese. Tuttavia i cultori delle tradizioni piemontesi non si mettano in allarme: certo, c’è qualche simpatica divagazione nipponica, come i ravioli del plin che si tuffano nel brodo di Katsuobushi o la nocciola che incontra l’agrume yuzu, ma fondamentalmente la cucina rimane un grande tributo ai piatti del territorio.
Carta dei vini particolarmente interessante.

GUIDA MICHELIN 2018

Jumpei Kuroda è lo Chef di questo elegante ristorante. Una cucina , la sua, moderna, pulita nei sapori e impreziosita da ispirazioni orientali. Gli appetizers annunciano che ogni portata riserverà sorprese: come l’uovo pochè al barbera, con riso venere e brodo di Parmigiano o gli gnocchi di patate con cime di rapa e spuma di ricci di mare. L’affumicatura della lingua, con chiodini e topinambur, si sprigiona dal velo di cellophane, che ne cela la vista. Tra i dessert, bonet tradizionale, contaminato dal latte di mandorle al cardamomo. Carta dei vini completa e attenta al territorio.

GUIDA L'ESPRESSO 2018